• 0

La lotta contro gli estremismi parte dai banchi di scuola

Il vento del fondamentalismo mette sotto pressione le strutture educative in tutt’Europa La risposta di chi opera nei contesti formativi è univoca: «Occorre incentivare il dialogo»

Leggi qui

CDT_corrieredelticino_20160905_2

CDT_corrieredelticino_20160905_2


  • 0

La disobbedienza è un sacro diritto, ma va rivendicata

La chiamavano “rettorica”, con la doppia tronfia, ed è un mostro di cui non ci si libera mai. Dagli abissi dell’anima,
dove le coscienze sonnecchiano, l’arte ….

  • 0

La Svizzera respinge i minori stranieri alla frontiera con l’Italia

“Caro viaggiatore, le persone che vedi qui sono in fuga da fame e da guerre. Noi, semplici cittadini, cerchiamo di accoglierli con rispetto e umanità. Della tua sosta a Como serba anche questo ricordo”, il volantino, in italiano e in inglese, con scritte bianche su sfondo azzurro accoglie il turista che arriva alla stazione di Como San Giovanni in un weekend di fine estate.

Leggi qui


  • 0

  • 0

  • 0

Sanità Moncucco apre ai rifugiati

Al via un programma di formazione che promuove l’inserimento professionale In autunno inizieranno i primi cinque – Il direttore: «È un aiuto all’integrazione»

«Date ai migranti una speranza concreta e non create tante isole inaccessibili e inospitali». Questo l’appello lanciato un anno fa da Papa Francesco. Un’esortazione a cui ha voluto ispirarsi la clinica Moncucco con il progetto IntegraTI, che offre una possibilità di inserimento professionale in ambito sanitario (ma non solo) ai rifugiati. Nel corso dell’autunno cominceranno in cinque, selezionati fra una ventina di candidati.

  • 0

Migranti: iniziativa dell’avvocato ticinese Paolo Bernasconi

Profughi in stazione. La situazione di Como approda all’Onu
Denuncia dell’avvocato Paolo Bernasconi

leggi qui

corriere di como – 20 agosto 2016 – pagina 2

corriere di como – 20 agosto 2016 – pagina 3


  • 0

Don Scapolo: ‘I migranti? Serve inclusione’

Il passato è rappresentato da storie vissute accanto i migranti: l’inizio nel settembre ’98 con l’arrivo a Como San Giovani di profughi libanesi, oltre 2’000 in ventiquattro mesi: tutti decisi a scappare in Svizzera, la ‘terra promessa’.

Read More

  • 0

Scuole di vita in campo

Oltre al divertimento calcistico, l’obiettivo della compagine nata quest’anno è l’avvicinamento di queste persone alla popolazione locale. È inoltre l’occasione per trasmettere disciplina, rispetto e collaborazione tra giocatori.

Read More

  • 0

Quelle vite in attesa

Sono oltre 100, anche più di 200, e aspettano. Sotto gli alberi dei giardini della stazione di Como, sulle panchine. Sono per lo più eritrei. Tanti sono ragazzi. Attendono di passare la frontiera con la Svizzera e andare a nor. Spesso i loro tentativi falliscono e si ritrovano nel limbo del parco.

Leggi tutto il reportage qui