Ultime News

Ammissioni provvisorie, possibili revoche ad eritrei

Secondo la Segreteria di stato della migrazione (SEM), nel 9% dei casi tale decisione è giuridicamente accettabile e proporzionata  BERNA – Fra i 250 dossier esaminati di eritrei in Svizzera nell’ambito di un progetto pilota, la Segreteria di stato della migrazione (SEM) è giunta alla conclusione che a circa una ventina di queste persone potrebbe

Read More

E’ la Spagna adesso la porta d’Europa

Gli accordi UE-Turchia e dell’Italia con la Libia hanno mutato le rotte di chi cerca di raggiungere il continente. Nei primi mesi di quest’anno è boom di arrivi sia attraverso le enclave di Ceuta e Melilla sia dal Mediterraneo continua a leggere pdf_25587

Read More

Conferenza “Ricorsi efficaci nel diritto della migrazione. Come garantire una tutela effettiva ai richiedenti l’asilo più vulnerabili?”.

La Fondazione Azione Posti liberi invita a partecipare al primo di un ciclo di quattro seminari organizzati in collaborazione con l’Istituto di diritto dell’USI (IDUSI), l’Università di  Neuchâtel e con il supporto di OATI, sul tema dei “Ricorsi efficaci nel diritto della migrazione. Come garantire una tutela effettiva ai richiedenti l’asilo più vulnerabili?”. La prima conferenza si

Read More

Storie

Informazioni

Associazioni

In Ticino potete trovare un numero sempre maggiore di associazioni di aiuto/soccorso.

Enti Pubblici

L’Ufficio della migrazione è chiamato ad applicare le varie leggi e disposizioni federali concernenti gli stranieri che risiedono/intendono risiedere o lavorano/intendono lavorare nel Cantone Ticino.

Tipologia di permessi

Queste persone sono quelle che ottengono un’autorizzazione N (richiedente l’asilo), F (persona straniera ammessa provvisoriamente) o S (persone bisognose di protezione).

Politica d’asilo

I principi consacrati dal diritto internazionale costituiscono la base dell’asilo che la Svizzera concede a chiunque è minacciato o perseguitato in patria

Procedure

Chi cerca in Svizzera protezione contro le persecuzioni deve presentare domanda di ammissione presso un Centro di accoglienza e procedura dell’Ufficio federale della migrazione (UFM), a Basilea, Chiasso, Kreuzlingen o Vallorbe.